Fitness Trend 2016

Come ogni anno mi piace raccontare i fitness trend della prossima stagione. Un po’ lo faccio per curiosità, un pò per rimanere al passo con i tempi e comprendere al meglio il mercato. Qui di seguito vi riporto la mia analisi ai fitness trend 2016 che è appena stata pubblicata dall’ACSM.

Quest’anno si festeggia il 10° anno di pubblicazione dei Fitness Trend da parte dell’ACSM (WORLDWIDE SURVEY OF FITNESS TRENDS FOR 2016: 10th Anniversary Edition) e possiamo dire che ci sono delle novità interessanti.Fitness Trend 2016

Al numero 1  un ingresso importante, arriva la tecnologia con i Wearable technology ( tecnologia indossabile) sicuramente gli smarthwatch hanno avuto un peso importante su questo trend. Ma la tecnologia non si ferma al primo posto, perché la ritroviamo al 17° con le app per smartphone. Per la mia esperienza i vari dispositivi hanno vita breve, al massimo si indossano per un paio di mesi; quindi se pensate di spendere una cifra importante per questi device puntate direttamente ad uno smarthwatch, cosi avrete più probabilità di indossarlo.

Il Body Weight e l’HIIT ( Interval training ad alta intesità) perdono un posto nella classifica ma rimangono stabili nei fitness trend. Per body weight si intendono quelle attività che impiegano solo il peso corporeo, e quindi non bisogna pensare solo a piegamenti o trazioni, ma c’è un movimento dietro queste attività, un esempio può essere il calisthenics, o lo Street Workout. Nelle grandi città è sempre più facile vedere molti ragazzi allenarsi alle sbarre presenti al parco. L’HIIT,  a parte programmi come Insanity e Px90 a mio avviso è identificabile con il Crossfit. Il trend è stabile e anzi sta facendo da traino a tutte le attività sinergiche all’attività sportiva del Crossfit stesso.

Strenght Training ( allenamento con i pesi) rimane sempre stabile, ed in Italia sta recuperando una fetta di mercato, pensiamo al weightlfiting, al powerlifting ed al body building che con la declinazione dell’Aesthetic fitness sta recuperando proseliti. Senza contare che molti fanno un mix perché magari non hanno l’obiettivo di gareggiare ma vogliono essere forti e allo stesso tempo curare l’aspetto estetico.

Scorrendo la lista, possiamo vedere che il Personal Trainer e il Group Personal Trainer perdono anche loro un posto, ma rimangono piuttosto stabili. I group training in Italia stanno aumentando anche perché se si ha un obiettivo comune si possono avere costi minori per l’utente finale.

Per quanto riguarda il segmento corporate, è sempre interessante vedere che il Worksite Health Program ha perso un posto ma è stabile negli ultimi anni, mentre il Worker Incentive Programs è uscito dalla top 20. Il senso di questo trend è che i programmi benessere aziendali sono ben accetti ed i benefit relativi al benessere sono ancora un’ attrazione per il lavoratore, mentre i programmi per incentivare il benessere non sono così apprezzati ( la realtà lavorativa spinge sempre di più alla competizione e forse utilizzare questa leva anche nel campo del benessere può essere controproducente).

Inoltre è interessante vedere che nei fitness trend 2016 resiste, anche se perde posizioni, l’ Outocome Measurements ( dati misurabili), grazie anche alla tecnologia che avanza è più facile misurare le varie attività, ad esempio per i programmi benessere aziendali che devono avere una base scientifica questo dato è molto interessante. Tra la miglior tecnologia dell’Outcome Measurement abbiamo Beast Technology un mini laboratorio in un piccolo device progettato da italiani, unico nel suo genere ed il suo utilizzo è vermente interessante in tutte quelle attività dove la potenza è un parametro fondamentale.

Per il resto della classifica, da segnalare che  lo yoga ha perso 3 posizioni, ma è entrato in classifica al 16° posto il  Flexibility e Mobility  Rollers ( deep tissue roller, myofascial release, and trigger point relief)  ossia l’obiettivo è un rilassamento della fascia muscolare e una migliore circolazione. Personalmente, inserirei in questo segmento l‘anti-ginnastica, una delle migliori attività per il rilassamento muscolare.

In good Health!

Massimo Rapetti

Biologo Nutrizionista

Dott. in Scienza della Nutrizione Umana

Dott. in Scienza e Tecnica dello Sport

Dott. in Scienze Motorie